Industria 4.0

Formazione


Nell’ambito del Piano Industry 4.0, è importante focalizzare l’attenzione sul tema della formazione, quale elemento in grado di mettere in luce e accrescere le capacità manageriali.
La digital transformation alla base dell’IoT, intende realizzare la semplificazione della quasi totalità dei processi, attraverso l’integrazione tra tutti gli stakeholder aziendali; quale insieme di cambiamenti tecnologici, culturali, organizzativi, sociali e manageriali, la trasformazione digitale richiede, pertanto, una graduale preparazione del mondo del lavoro e del management affinchè imprese giovani e meno giovani, attraverso piani formativi ad hoc e ridefinizione delle competenze professionali necessarie, riescano a cogliere l’opportunità di ridisegnare e migliorare i processi che governano il business, utilizzando una combinazione di diverse soluzioni tecnologiche.
In particolare, il piano Calenda ha attribuito alle Università un ruolo centrale nell’ambito dell’innovazione, attraverso veri e propri centri di competenza pensati sul modello delle università americane, onde garantire supporto e vicinanza alle imprese.
Peraltro, il Governo ha destinato 270 milioni di euro all’attivazione ed implementazione di:

 
  • Digital Innovation Hub, si tratta di centri che dovranno costituirsi appoggiandosi a Confindustria e R.ETE, con l’obiettivo di supportare e guidare le PMI verso l’Industria 4.0; quanto alla mission, il Piano Calenda affida alle digital innovation hub la sensibilizzazione delle imprese rispetto alle opportunità di Industria 4.0; il supporto nella pianificazione degli investimenti innovativi; l’indirizzamento verso i Competence Center; la guida all’accesso a finanziamenti pubblici e privati; mentoring alle imprese; interazione con DIH europei; 
 
  • Competence Center, si tratta di centri selezionati a livello internazionale che saranno volti all’incentivazione dell’interazione tra università e aziende. Attraverso l’apporto di poli universitari di eccellenza, grandi player privati e stakeholder chiave, dovranno garantire formazione su Industria 4.0, live demo sulle nuove tecnologie, advisory tecnologica per le PMI su Industria 4.0, lancio di progetti innovativi e di sviluppo tecnologico, supporto alla sperimentazione e produzione in vivo di nuove tecnologie 4.0, coordinamento con centri di competenza europei.